My Empress
22 Novembre 2017
Imago: una perfetta fusione
23 Novembre 2017

By TiTo Ciotta
22 Novembre 2017

Classe 1958, nasce a Milano dove vive e lavora. Giornalista e scrittore, collabora con diverse testate giornalistiche e televisive. Si occupa principalmente di Formula 1 e MotoGP ma è il rugby, sua passione, che lo porta all’interno dell’Istituto di pena minorile Beccaria e nel carcere di Bollate; il rugby contro il bullismo, il rugby per imparare a stare al mondo, ma soprattutto per imparare a stare a modo. Stiamo parlando di Giorgio Terruzzi che, complici i suoi ultimi due libri Grazie Valentino e Semplice (storia vera sul rugby e sulla costruzione di un legame indissolubile) editi da Rizzoli, abbiamo incontrato in redazione. Con lui e Alessandro Baldisserotto abbiamo chiacchierato prima di tutto di sport e motori.

Come mai all’interno della rubrica dedicata al teatro abbiamo deciso di dedicare un articolo ad un giornalista sportivo? In pochi sanno che Giorgio Terruzzi è laureato in Lettere e Filosofia al Dams di Bologna con tesi sul regista britannico Peter Brook, universalmente riconosciuto come uno dei più grandi maestri della scena teatrale e non solo. Forse pochi sanno che Giorgio Terruzzi ha collaborato a testi di Claudio Bisio e Diego Abatantuono e che ha scritto testi per il teatro e il cinema.

A proposito di cinema, Semplice ci ha riportato alla memoria un film del 1999 dal titolo Asini scritto proprio da Terruzzi con Claudio Bisio e Roberto Traveso (Teatro Out Off di Milano). I protagonisti di questo film erano degli asini e dei ragazzi considerati asini dalla società, ma grazie al rugby il protagonista di questa storia cercherà di dare a questi giovani un ruolo nella vita. Nel prossimo video parleremo di libri, di cinema, di teatro, di sport, ma soprattutto di amicizia, quella vera.

Ascoltate il consiglio; Semplice è un libro che vi potrebbe riguardare, vi incuriosirà di sicuro e vi farà tanta compagnia. Piccola anticipazione: con Giorgio ci siamo lasciati con una promessa. Non appena terminerà il suo nuovo romanzo (sul quale ci ha già dato qualche anticipazione) verrà nuovamente a trovarci in redazione per parlarne in anteprima. Nodo al fazzoletto fatto.