Amodio di Maurizio Fiorino

intervista catherine poulain
Catherine Poulain
2 Febbraio 2015
Salvatore Mazzarella
10 Febbraio 2015

Amodio di Maurizio Fiorino

amodio di maurizio fiorino

Maurizio Fiorino, nato a Crotone nel ’84, ha seguito sin da subito le sue passioni artistiche studiando al Dams di Bologna e vivendo sei anni della sua intensa vita artistica a New York tra la Leslie Lohman Gallery e la Chair and the Maiden Gallery.

Oggi Maurizio è un fotografo e scrittore alle prese col successo spiazzante del suo primo romanzo “Amodio“, giunto già alla terza ristampa.

Probabilmente oltre che dalle letture giovanili, Pasolini e Fallaci, Fiorino è stato fortemente influenzato dalla fotografia. Catturare con uno scatto, attraverso l’obiettivo della macchina fotografica, oltre alle immagini anche i sentimenti e riuscire a trasmetterli non è facile.

Riuscirci attraverso le parole è, forse, ancora più difficile, ma con “Amodio” Maurizio supera la prova: “La scrittura e le foto sono analoghe , il successo di Amodio mi ha spiazzato – ha spiegato Maurizio. Il libro entra dentro, con la foto è diverso, la scrittura arriva prima. Ho deciso di proseguire con la scrittura, senza abbandonare la fotografia“.

Incontro Maurizio (che è già al lavoro per un nuovo libro) in occasione della presentazione del romanzo proprio a Crotone, sua città natale. Amodio (amato da Dio) è un tributo alla gente di Crotone, una riflessione nata dalla formazione improntata sulle letture di Pier Paolo Pasolini e Oriana Fallaci, un viaggio tra le emozioni, e il suo vissuto, tra le strade e la gente della sua città. La formazione giovanile di un ragazzo che ha scelto di crescere viaggiando, e non solo, e non tanto, studiando sui libri. Scegliere di partire, di affrontare l’ignoto, di scommettere su se stessi, di mettersi in gioco: questo ha fatto Maurizio Fiorino quando ha deciso di andare al di là dell’oceano per approdare a New York.

Un talento ed un sogno le carte da giocare, dalla sua parte, forse, la fortuna: quella di portare con sé la sensibilità, il sentimento, e la voglia di comunicarli. Maurizio ha vinto la scommessa, prima con la fotografia, con la quale ed attraverso la quale ha donato agli altri frammenti del suo “vedere”, frammenti della sua origine, frammenti del suo percorso e della sua evoluzione umana e professionale, adesso con “Amodio”.

Il libro di Maurizio Fiorino, non è solo un romanzo, il suo non è un racconto d’amore, non è solo il racconto di una società di ‘ndrangheta, non è solo, e non è soltanto il viaggio di un ragazzo tra i ricordi ed i profumi della sua terra, della sua città, della quale ha voluto riproporre luoghi, idiomi, modi di sentire e di vivere. Quello raccontato in Amodio è un viaggio nell’amore universale, quello che lega gli esseri umani, prescindendo da ogni altro elemento.

Amodio è il frutto del ritorno a casa, nasce dalla quiete tormentata di un ragazzo che dopo aver vissuto sei anni a New York decide di tornare, decide di riappropriarsi delle sue radici “greche”, e di mettere su carta, pagina dopo pagina il suo vissuto, le sue emozioni, la sua formazione: Pasolini, Fallaci, personaggi e simboli reali, incontrati e vissuti da un ragazzo che ha fatto della sua sensibilità il suo talento, e viceversa.

Dopo aver messo tra sé e Crotone migliaia di chilometri, un oceano, Maurizio tra le statue greche esposte al Metropolitan Museum di New York, sente forte l’appartenenza a quella terra ora così lontana, a quelle strade tante volte percorse da bambino, e decide che è giunto il momento di tornare a casa. E’ giunto il momento di abbandonarsi alla sue radici, e di darsi la possibilità di riposare e crescere tra i profumi, le persone e la calma tormentata della sua terra. Maurizio ha deciso di mettere in ordine i pensieri sparsi, nati e coltivati in giro per il mondo, a Crotone.

Attraverso la scrittura vuole arrivare, vuole entrare dentro le persone, e con Amodio, Maurizio centra l’obiettivo. Periodi brevi, una scrittura semplice che consente al lettore di avere davanti agli occhi, chiara l’immagine di questo ragazzo del sud, forte, tenace, stretto tra la voglia di evadere e la paura di andare oltre, nonostante il condizionamento sociale che questa terra tanto amata gli impone.

Amodio è un viaggio personale, un percorso al di là degli stereotipi e dei pregiudizi.

Un esordio di grande ispirazione.

Ecco i link per seguire Maurizio Fiorino e la Fan Page di Amodio

Testo : Maria Bonaiuto