Ludovica Dilugu – Tele in camicia
12 Aprile 2019
I Miei Migliori Complimenti – Qualcosa è già cambiato
12 Aprile 2019

By Massimiliano Benetazzo
12 Aprile 2019

Capita a tutti almeno una volta di aprire più profumi per il desiderio di cambiare o per averne tanti a seconda del nostro umore, ma poi alla fine trascorrono le settimane e i mesi e non sappiamo come conservare la loro unicità. Non è solo un motivo economico che ci porta a voler evitare uno spreco, bisogna considerare anche l’aspetto e la qualità del profumo, che viene alterata da fattori esterni come luce e temperatura. Vediamo allora quali sono le regole d’oro per proteggere al meglio le nostre fragranze.

Dove conservarlo

Anzitutto, per evitare che i profumi cambino la loro essenza è necessario conservarli in luoghi freschi e asciutti. Il bagno non è quindi l’ideale a meno che non si tratti di profumi che usiamo tutti i giorni e che quindi finiamo in fretta.

Troppo caldo o troppo freddo?

Lo sbalzo termico è certamente nemico dei nostri profumi, quando si viaggia per esempio meglio portare la nostra fragranza preferita nel bagaglio a mano, perché i grossi cambiamenti di temperatura che subiscono nella stiva dell’aereo ne alterano le composizioni. Soluzione più pratica sono certamente i formati travel size.

Cambio di colore

È una trasformazione data dall’azione della luce solare: le materie prime contenute all’interno della fragranza si ossidano ma questo generalmente non contribuisce al cambiamento del suo impatto olfattivo, a meno che l’esposizione non sia stata prolungata per troppo tempo.

Frigorifero

È un ottimo modo per conservare i profumi al riparo dalla luce solare e ad una temperatura costante, che però deve essere fresca e mai fredda. Tecnica da utilizzare solo per profumi molto pregiati o siete davvero appassionati. Attenzione, ovviamente, a non dimenticarli nel ripiano del frigorifero.

Scadenza

I profumi rispetto agli altri prodotti di bellezza non hanno una data di scadenza. Certamente al loro interno muteranno le molecole volatili, ma un profumo vecchio non è mai nocivo. Al massimo può diventare poco gradevole.