Shape Up Italy – La moda si fa col 3D
2 Febbraio 2018
Biancaneve e i Sette Nani: la “follia” Disney
5 Febbraio 2018

By Barbara Cialdi
02 Febbraio 2018

I benefici di un consumo moderato di vino, soprattutto quello rosso, sono ben avvalorati dalla medicina, grazie all’elevato contenuto di polifenoli (tra cui resveratrolo, antociani e proantocianidine) e un bicchiere a pasto, massimo due, aiuta a combattere i processi di arterosclerotici tendendo a bada il colesterolo LDL, proteggendo la parete dei vasi sanguigni e migliorando la permeabilità capillare. Anche la circolazione del sangue viene stimolata dalle sostanze presenti in un buon bicchiere di rosso e la loro potente azione anti-ossidante aiuta a contrastare gli effetti deleteri dei radicali liberi proteggendo il DNA e altre strutture cellulari da degenerazioni potenzialmente pericolose.

Negli ultimi anni, però, la ricerca ha scoperto che il vino rosso ha incredibili proprietà anche per la bellezza e la salute della pelle se viene usato a livello cosmetico; nata in Francia, esattamente in un’azienda della Borgogna, la vinoterapia ha preso piede un po’ in tutti i più famosi distretti vinicoli: in Italia (nel Chianti, nelle Langhe, in Umbria, ma anche al Sud), in California (Napa Valley), in Cile ed in Spagna. C’è da precisare altresì che non si tratta di una novità, poiché già gli Arabi e gli antichi Romani usavano regolarmente il vino ed il mosto per effettuare trattamenti cosmetici, mescolandoli a miele, essenze, oli vegetali e argille. Quello che all’inizio sembrava un capriccio per ricchi da godersi in SPA a cinque stelle è ora una forma di eco-cosmesi alla portata di tutti. Chi non può concedersi qualche giorno nei centri benessere che praticano la Wine Therapy può comunque avere tutti i benefici del vino grazie alle linee dedicate al nettare di Bacco. Ma quali sono i reali benefici di questa pratica?

Innanzi tutto una vera e propria azione detox sulla pelle, dovuta ai polifenoli e in modo particolare al resveratrolo, uno degli antiossidanti naturali più potenti che si conoscano. Questi fitocomposti hanno anche effetto elasticizzante, stimolando la produzione di collagene e riducendo la permeabilità capillare. Facilitano inoltre il drenaggio dei liquidi in eccesso, causa della fastidiosa e antiestetica pelle a “buccia d’arancia”. La bassa percentuale d’alcool elimina l’accesso di sebo mentre l’acido tartarico e gli alfa idrossiacidi dell’uva svolgono una delicata azione di peeling, rimuovendo le cellule morte dell’epidermide.

La pelle appare più tonica, luminosa e protetta dai segni del foto-aging grazie al contrasto dell’azione deleteria dei radicali liberi che vengono prodotti dalle radiazioni ultraviolette. Nei centri benessere che praticano la Wine Therapy il vino viene di solito associato ad altri prodotti naturali ricchi di principi attivi: le vinacce e i semi d’uva (dove le prontoacianidine, polifenoli molto speciali, sono altamente concentrati), le foglie di vite e lo stesso mosto a cui si attribuisce un potente effetto anti-rughe.

L’immagine che più colpisce nelle campagne promozionali di queste aziende è quella di belle signore rilassate (e anche i signori uomini) immerse nel vino dentro le vasche o addirittura in veri tini. In realtà vengono offerti trattamenti di vario genere: scrub purificanti, peeling, massaggi linfodrenanti, maschere, sieri tutto in perfetto stile Wine Therapy. E infine esistono anche trattamenti specifici per i capelli, soprattutto per quelli ricci, a base di vino e derivati dell’uva. Un vero e proprio “cin cin” dedicato alla bellezza.

Per chi vuol provare il fai-da-te ecco la ricetta per una maschera anti età da preparare facilmente a casa:
2 cucchiai di yogurt bianco;
mezzo bicchiere di vino rosso ( Pinot Nero, Nero d’Avola, Merlot o Cabernet);
2 cucchiai di miele;
1 cucchiaio di argilla ventilata per uso cosmetico.

Mescolare omogeneamente tutti gli ingredienti in una ciotola fino ad ottenere un composto ben spalmabile; applicarlo poi sul viso e sul collo lasciandolo in posa per almeno 15 minuti. Risciacquare con acqua tiepida, poi applicare una buona crema idratante.