James Dean, stella immortale
7 Febbraio 2017
Emanuela Postacchini – La mia America
7 Febbraio 2017

By Manuela Mariani
7 febbraio 2017

Da sempre il rossetto è l’arma di seduzione per eccellenza, che le donne estraggono dal beauty quando vogliono sentirsi pronte a colpire e la sua storia risale a ben 5000 anni fa…

Cleopatra, icona di forza a fascino, non si mostrava mai in pubblico senza le labbra debitamente dipinte e ricavava i pigmenti da coleotteri e formiche! Fu durante il regno di Elisabetta I che il rossetto acquistò popolarità, ma il vero boom giunse con il suo utilizzo nell’industria del cinema.

A conferirgli la più alta celebrità è stata senza dubbio l’indimenticata ed indimenticabile Marilyn Monroe, che per definire la sua bocca meravigliosa era solita miscelarne almeno 4-5 tonalità differenti.

Il primo vero stick per labbra fu prodotto nel 1910 da Roger&Gallet ed era costituito da un piccolo cilindro in cartoncino, con meccanismo a stantuffo; solo qualche anno più tardi sarebbe arrivato il pack che oggi conosciamo, in plastica o metallo, inventato dall’americano Maurice Levy, reso “girevole” da James Bruce Mason.

A partire dagli anni 20 fino agli anni 30, il rossetto intensificherà le sue nuances, per delineare bocche a forma di cuore; gli anni 40 vedono invece protagoniste labbra arrotondate ed il rosso cupo cede il passo alla tonalità rosso sangue.

Con gli anni 50 e 60 il rossetto rompe le righe, uscendo dai contorni naturali delle labbra e si tinge d’arancio, fucsia e rosso lacca. Gli anni 70 sono gli anni della disco music e dello scintillio all over; dominano le labbra lucide e glossi e l’effetto frost!

Scivolando negli anni 80 via libera al colore, alle tinte scure e ai finish metallizzati, mentre negli anni 90 il make up si fa più naturale ed il rossetto must-have è totally brown con matita abbinata a sottolineare i contorni delle labbra, iperdefinite.

E OGGI?

Le labbra sono in primo piano sul viso, che abbandona (finalmente!) il countouring per esaltare una bellezza più fresca e naturale. La bocca è enfatizzata con colori ton sur ton; le tinte mat resistono per tutto l’autunno inverno 2016/17, mentre l’estate vuole look nudi e sofisticati, impreziositi da un tocco di gloss.

10 cose che non sapevi sul rossetto:

-Nel Settecento l’utilizzo del rossetto fu vietato dal parlamento alle donne inglesi, poiché considerato un’arma di seduzione per indurre gli uomini a sposarle;
-Nell’antica Grecia il rossetto era usato dalle donne che esercitavano il più antico mestiere del mondo;

-Alle Geishe era proibito uscire in pubblico senza labbra truccate rigorosamente di rosso;
-Il rossetto non è ad uso esclusivamente femminile; nel teatro anche gli uomini lo utilizzano e prende il nome di…manstick!
-Durante le riprese, la leggendaria attrice Liz Taylor esigeva di essere l’unica sul set ad indossare il rossetto;
-Una donna consuma in media 4 kg di rossetto nell’arco della vita;
-Ogni donna ha in media oltre i 20 rossetti a testa e tende a conservare anche quelli che non usa; -Il rossetto più caro al mondo è KissKiss Gold and Diamonds di Guerlain, contenente oro e diamanti, venduto a ben 62.000 dollari;
-Gli uomini preferiscono rossetti dai colori classici e non sopportano i gloss perché troppo appiccicosi;
-Indagini di mercato evidenziano che stress e crisi economica aumentino l’acquisto ed il consumo di rossetti