Festa del Cinema: a Roma arrivano le stelle
27 Ottobre 2017
Guenda Goria – Luminosa espressione
30 Ottobre 2017

By Sabrina Busso
30 Ottobre 2017

Non sappiamo come sono nati e chi li ha divulgati ma tutti noi, almeno una volta nella vita, abbiamo eseguito questi gesti. Sbagliando in pieno. È giunto il momento di correggere le nostre abitudini ed eliminare alcuni errori che non portano alcun beneficio alla nostra beauty routine. Vediamo quali sono:

1 – OLIO

Olio corpo o per capelli, attenti all’uso che ne si fa. L’olio d’argan o di cocco, di macadamia o di mandorla, è molto nutriente e ricco di proprietà. Molti olii sono strepitosi se massaggiati delicatamente sul corpo per mantenere la pelle elastica, luminosa e nutrita. Cosa errata è l’utilizzo a secco. L’olio va sempre spalmato sulla pelle umida per assicurarne l’assorbimento. Durante l’esposizione solare molti credono (e sbagliano) che per una tintarella ambrata e colorita sia consono massaggiare olii solari o oattivatori di abbronzatura. Nulla di più grave. L’olio, come per il cibo, a contatto con il calore si scalda e brucia. Frigge. Questo accade alla vostra pelle, senza una protezione solare alta prima di applicare l’olio. Volete veramente diventare una patatina fritta?

Questo principio vale anche per il benessere dei vostri capelli. Errore gravissimo è l’utilizzo di un olio prima dello styling. Applicato prima della phonata o prima della piastratura, il calore brucierà i vostri capelli. Vale anche con i prodotti solari per capelli in olio: mai applicarli se esposti al sole. Scegliete prodotti liquidi senza olio. Massaggiate sulle lunghezze una crema o fluido protettore termico prima del phon e della piastra. Solo alla fine usare un olio nutriente e lucidante.

2 – LATTE DETERGENTE

Nota bene: non è assolutamente uno struccante! Dal nome “detergente”, deterge. Il latte detergente, utilizzato dopo aver pulito il viso con detergente schiumogeno, eliminerà piccole impurità e idraterà dolcemente la pelle.

3 – PROTEZIONE SOLARE

Questa sconosciuta. Quante dicerie attorno l’argomento “crema con protezione solare”. In moltissimi sono convinti, per leggende metropolitane, che un’esposizione solare con l’ausilio di creme con SPF non abbia la stessa efficacia di un’esposizione senza fattore di protezione. Errore gravissimo, come concetto e, soprattutto, per la vostra salute! I raggi solari sono nocivi per la nostra pelle e provocano moltissime problematiche, tra cui invecchiamento precoce, macchie della pelle e comparsa di melanomi. È bene proteggere sempre la vostra pelle con una crema con SPF ogni qualvolta si rimane esposti al sole. Sarà opportuno proteggersi anche in città, estate e inverno. Ricordate di disapplicare la crema più volte durante la giornata. In commercio esistono moltissimi prodotti, viso e corpo, con diverse intensità di SPF. Un falso mito è la credenza che più l’SPF sarà basso, più vi abbronzerete. L’SPF alto non impedisce di abbronzarsi, un SPF 50 vi proteggerà in maniera efficace per svariate ore e vi farà abbronzare dolcemente e con notevole durata nel tempo. Un fattore di protezione 5/10 equivale a non aver applicato nulla.

4 – ACQUA MICELLARE

L’acqua micellare è un prodotto cosmetico che promette di pulire la pelle, rimuovere il make-up e, nello stesso tempo, idratare la pelle. Favoloso, direste? Sì, a patto di usarla nella maniera giusta. L’acqua micellare, usatissima e richiestissima nei fashion show per la detergere delicatamente il viso delle modelle, in realtà non è da considerare uno struccante. Ebbene sì: deterge e rimuove le impurità dalla pelle (come un detergente schiumogeno) e i residui di trucco, ma non elimina fondi ad alta coprenza, eye-liner, prodotti liquidi e prodotti waterproof. Per eliminare il trucco perfettamente è ideale usare salviette struccanti specifiche viso, struccanti bifasici o struccanti a base oleosa (anche l’olio di cocco vergine, è fantastico). Successivamente, applicare l’acqua micellare su un dischetto di cotone e rimuovere eventuali residui. Et voilà!

5 – FONDOTINTA

Fra gli errori più comuni vi è l’utilizzo del fondotinta come un fake tan. È credenza popolare pensare che un fondotinta di uno o due toni più scuro del nostro incarnato possa regalare un colorito da “post settimana alle Barbados”. In realtà, il finish sarà più alla “desperados”. Il fondotinta è un prodotto nato per creare un incarnato uniforme, luminoso e fresco, distante anni luce dal pensiero che possa essere utilizzato come autoabbronzante. Per avere una base perfetta dovrete scegliere la tonalità e il sottotono identico o il più simile possibile al vostro incarnato. Successivamente potrete scaldare il volto con un leggero contouring, ben sfumato, sotto lo zigomo e su tutti i punti che vorreste correggere con la teoria dei chiaro/scuri. La terra, come il fondotinta, non va sfumata all over ma solo su punti strategici.