L’infinita ricerca della perfezione

Giovanni Caccamo: caparbietà e grande talento
15 Maggio 2015
Creepy Fashion
22 Maggio 2015

L’infinita ricerca della perfezione

Vi siete mai chiesti che cosa spinga una persona a sottoporsi ad interventi di chirurgia estetica e, soprattutto, qual è la tipologia di donne (e uomini) che si rivolge ad essa?

Mi chiamo Esthefany Guillermo e sono una beauty expert. In questa rubrica vi accompagnerò alla scoperta dei segreti di bellezza delle Star.

Molti pensano che ricorrere alla chirurgia estetica sia solo vanità, e forse lo è, per altri invece vale la teoria secondo la quale se si nasce in un certo modo non bisognerebbe stravolgere la propria natura e su questo, in parte, sono d’accordo.
La verità però, è che la chirurgia estetica ormai va di pari passo con l’evolversi della società ed i relativi bisogni che essa fa nascere in ognuno di noi.
Sì, diciamocelo, la chirurgia estetica (quella fatta bene) non è più rifarsi le labbra a “canotto”, o sembrare appena usciti dalla galleria del vento, quanto piuttosto dare armonia a ciò che già esiste, come quando scegli una cornice ad un bel dipinto e lo metti sotto la luce migliore.
Questo non significa certamente che tutti debbano “ritoccarsi” per sentirsi splendidi, ma è innegabile credere che chiunque, se potesse e fosse ben informato, ricorrerebbe a qualche ritocco per ottimizzare ciò che crede un difetto o semplicemente sembrare più fresca/o e sicura di sè.

Per il mondo delle celebrities la chirurgia estetica è fondamentale poiché anche attraverso un certo tipo d’immagine si sviluppano le relative carriere. Ammettiamolo Megan Fox è bella, ma tutti sappiamo che non è frutto solo di madre natura cotanta perfezione…OPS (non lo sapevate?!) e chi di voi non darebbe l’anima al diavolo per assomigliarle?!
Essere belli o sbarazzarsi di un difetto che ci affligge aumenta l’ autostima, la visione che abbiamo di noi stessi nel mondo e l’approccio stesso nei confronti degli altri….e non è cosa da poco!
Purtroppo, o per fortuna, la società ci impone la perfezione estetica come ideale da raggiungere e questa utopistica ricerca può generare in alcuni casi gravi disagi. Ma se cambiamo punto di vista, cercando di cogliere il meglio di questi messaggi, in realtà scopriremmo che tutto ciò serve a far sì che ognuno di noi provi a dare e fare il meglio di sè rispettando la propria identità e unicità, perché la vita in fondo è una sola ed è molto meglio viverla con i “panni” che desideriamo piuttosto che viverla nell’ombra dei nostri idoli vaneggiando e sognando sulle vite altrui.
E se qualche ritocchino può aiutare perché no?!
Ciò che porta, in fondo, a ricorrere alla chirurgia estetica non è vanità o superficialità, ma piuttosto la voglia di essere protagonisti e non spettatori della propria vita.

La vostra Beauty Addicted
Esthefany Guillermo

Ph: A. Carbone