TVLand: Rete 4 è (finalmente) dalla nostra parte
10 Settembre 2018
Ritorno al Bosco dei 100 Acri – Recensione
10 Settembre 2018

By Barbara Cialdi
10 Settembre 2018

La 75° edizione del Festival del Cinema di Venezia è appena terminata. Come da pronostici, il Leone D’Oro è stato assegnato al film Roma di Alfonso Cuaron. Ispirato alla storia vera della tata del regista e ambientato in un quartiere popolare di Città del Messico da cui prende appunto il nome, e prodotto da Netflix. Questo racconto autobiografico è stato girato in bianco e nero, una scelta azzardata che però ha avuto il consenso unanime di pubblico e giuria. Al contrario, il celebre tappeto dell’ingresso del Palazzo del Cinema rimane, come tutte le edizioni, fedele alla più antica tradizione, ovvero rosso fuoco, restando il simbolo di questa kermesse fatta sì di film ma, anche, di mondanità e stile. L’ambito red carpet, che almeno una volta nella vita ogni personaggio più o meno noto del mondo dello spettacolo si ritrova a percorrere, ha anche quest’anno visto centinaia di celebrità attraversalo con eleganza, fascino, classe e – perché no – anche con eccentricità e voglia di stupire. Qualche polemica, come sempre, è sorta anche in questa edizione. Qualche caduta di stile pure. Noi abbiamo fatto una classifica dei migliori (e peggiori) look femminili visti sul red carpet, tra mise impeccabili e inguardabili accostamenti.

Lady Gaga, voto 10. È lei la migliore quest’anno. Capelli raccolti, trucco brillante, abito rosa firmato Valentino – fatto di piume – che ha ipnotizzato fotografi e pubblico. Niente nudità o provocazioni. Lei che ha trascorso più di mezz’ora a salutare i fan, sotto una pioggia battente, rifiutando l’ombrello. Umile, gentile e disponibile.

Gessica Notaro, voto 9.5. Ancora costretta a subire lunghe operazioni per recuperare l’uso della vista all’occhio sinistro dopo un aggressione subita per mano del suo ex fidanzato, si è presentata sul red carpet in un abito decorato con intarsi dorati e benda in stile piratessa.

Emma Stone, voto 9. Dolce, sorridente e affascinante. La bella attrice americana, protagonista insieme a Rachel Weisz del film La Favorita, ha mandato in visibilio il pubblico, tra applausi e autografi. Elegantissima in abito lungo firmato Louis Vuitton, dai toni metallici e con lunghe frange per un effetto vedo-non vedo, ha riscosso la nostra più totale approvazione.

Melissa Satta, voto 8. Praticamente nuda dalla vita in giù, la showgirl nostrana ha dato dimostrazione che il lato B, a patto che sia perfetto, non è volgare ma da ammirare come un’opera d’arte. Non tutti l’hanno pensata allo stesso modo, ma il vestito trasparente di Alberta Ferretti le donava davvero molto e la sua audacia e sicurezza vanno assolutamente premiate.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Gessica Notaro (@gessicanotaroreal) in data:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Melissa Satta-Boateng (@melissasatta) in data:

Bianca Balti, voto 8. La super top model lodigiana ha puntato su un look low cost firmato OVS, di cui è testimonial. Camicia bianca e gonna drappeggiata rossa, con lungo strascico dietro e gambe scoperte davanti, Bianca ha sfruttato l’occasione per lanciare un messaggio positivo per i fashion addicted. Non bisogna spendere una fortuna per essere eleganti. Oltre che bella anche saggia.

Valeria Bruni Tedeschi, voto 7. La regista e attrice, sorella della cantante e modella Carla Bruni, sfila sul red carpet in Giorgio Armani per il suo film I villeggianti. In nero, impeccabile, ma leggermente appesantita. Ma come non dare un bel voto a un fisico non proprio perfetto, che rispecchia la donna italiana?

Naomi Watts, voto 6. In un abito lungo nero di Michael Kors, con collo all’americana argentato, non ci ha convinti granché. Sarà che siamo abituati a vederla con look più accattivanti, ma su questo red carpet non ha brillato molto.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Bianca Balti (@biancabalti) in data:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da La Biennale di Venezia (@labiennale) in data:

Claire Foy, voto 4. L’attrice inglese protagonista del film di apertura del Festival, First Man, dove interpreta la moglie di Ryan Gosling, che sul grande schermo è il primo uomo a sbarcare sulla Luna, ha azzardato per il suo red carpet un abbinamento di colori abbastanza rischioso: rosa per l’abito e rosso per un mantello avvolgente. L’effetto è molto “Cappuccetto rosso” e “Bella addormentata” insieme, il risultato è senza dubbio poco armonioso. Il look non ci ha affatto convinto. Peccato.

Patrizia Pellegrino, voto 3. La conduttrice tv ha puntato sulla leggerezza e sul colore, ma l’effetto spiaggia è impietoso.

Irina Shayk, voto 10 & Donatella Versace, voto 2. Iper sexy in Versace, la modella ha fatto sfigurare la povera Donatella, con cui ha condiviso il red carpet. L’abito lungo color oro, della omonima maison, ha reso l’affascinante Irina, moglie del neo regista e attore Bradley Cooper, ancora più sexy e sinuosa. La compagna di passerella, in abito rosso ha invece mostrato segni di cedimenti a braccia e décolleté.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Claire Foy (@theclairefoy) in data:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da irinashayk (@irinashayk) in data: