The Starlet Letter #35 – Guida all'acquisto degli stivali

Il segreto di Babbo Natale: prima immagine del film
15 Novembre 2013
Hunger Games – La ragazza di fuoco
: character poster
15 Novembre 2013

Stivali! Ankle boots, polacchini, anfibi, bikers, galosce, knee-high, camperos…li adoro tutti, nessuno escluso!

Da Nancy Sinatra a Catwoman, ogni donna conosce l’importanza di queste fantastiche calzature. Piacciono al gentil sesso ma anche agli uomini, che spesso considerano un bel paio di stivali alti col tacco più sexy di uno stiletto.

Ormai in commercio ne troviamo davvero di tantissimi tipi – da quelli super casual a quelli vagamente fetish – e trovare il modello più adatto a noi e la nostra fisicità può essere un dilemma! Per questo ho pensato di darvi qualche consiglio e aiutarvi a scegliere tra le tante proposte degli stilisti, tenendo in considerazione le varie altezze, i tipi di tacco, le fibbie e tutte le altre componenti che entrano in gioco quando si tratta di scegliere e comprare gli stivali perfetti.

Non importa che abbiate le gambe corte, i polpacci grossi o i piedi larghi: c’è un paio di stivali adatto anche a voi, basta saper riconoscere quali sono!

Jane Fonda in Barbarella

ALTEZZA MEZZA BELLEZZA

L’altezza dei vostri stivali dovrebbe essere proporzionata alla vostra: se siete minute, scegliete modelli bassi, meno invasivi per la vostra figura petite; mantenetevi su una lunghezza a 3/4 se siete di statura normale, mentre lanciatevi pure con modelli knee-high se siete molto alte e slanciate.

Attenzione al color-blocking: bruschi stacchi di colore spezzano inevitabilmente la linea della gamba, facendola apparire più corta. Scegliete calze, leggins e pantaloni nella stessa nuance dello stivale per creare un effetto di prolungamento cromatico che fa apparire le gambe più lunghe (e più magre, se in un colore scuro).

Nancy Sinatra

TIPI DI TACCO

• Il tacco a stiletto è indicato per le persone magre e con polpacci e caviglie sottili, perché mette in risalto tutta l’eleganza della gamba.
• Le zeppe sono perfette per chi ha qualche kilo in più, perché bilanciano il peso e le proporzioni.
• Il tacco basso (kitten heel) è ideale per slanciare le donne petite.
• I tacchi squadrati e massicci o quelli a cono sono utili per “spezzare” le figure curvy, e perfetti per armonizzare una caviglia o un polpaccio importanti.
• Stivali e scarpe senza tacco vanno bene su una gamba lunga, che non ha bisogno di essere ulteriormente slanciata.

Miranda Kerr for Harper’s Bazaar

 

Vediamo ora quali sono gli stili e i modelli più adatti alle tipologie di fisico più comuni.

RETTANGOLO

Personalmente, ritengo che gli stivali siano perfetti per le donne con fisico boyish – alte, longilinee e con poche curve. Potete sbizzarrirvi con una miriade di stili: innanzitutto, avete il vantaggio di poter scegliere modelli bassi e comodi, visto che non avete bisogno di tacchi per slanciarvi; potete giocare con frange e decorazioni che donino movimento e volume alla vostra figura, oppure divertirvi a provare stivali texani o da cavallerizza – magari anche sopra il ginocchio, per mettere in mostra la vostre fantastiche gambe.
Se poi avete anche caviglie sottili e bei polpacci, concedetevi pure ankle boots animalier e stilettos super sexy: vi daranno un tocco femminile.


Alexander McQueen

CLESSIDRA

Avete le curve giuste nei punti giusti? Bene! Davanti a voi si presentano due opzioni: potete decidere di rompere la sinuosità del vostro corpo con tacchi dritti e strutturati – che spezzino la vostra figura da pin-up e vi diano un’aria meno morbida – oppure potete enfatizzare la vostra femminilità con punte tonde anni ’50. Lunghezze fino o sopra al ginocchio sono ideali per le donne hourglass, perché accentuano il vostro corpo perfetto e vi regalano un’aria molto seducente.

Gucci

MELA E PLUS SIZE

Alle amiche rotondette consiglierei di stare lontane da tacchi a spillo e modelli troppo fascianti e aderenti: rischiano di far sembrare i vostri piedi più piccoli, e di farvi apparire ancora più grosse nella parte superiore. Per voi, la soluzione migliore consiste nello scegliere stivali super chunky o con zeppe, in modo da bilanciare la figura e creare armonia di proporzioni. Inoltre, hanno il vantaggio di regalarvi maggiore stabilità, e di calibrare bene il peso.
Se proprio non volete rinunciare al tacco, sceglietene uno molto, molto grosso, e puntate su dettagli e cerniere che si sviluppino in verticale per slanciare otticamente la gamba.

Marc by Marc Jacobs

PERA (O TRIANGOLO)

Le donne pera – che hanno la parte del busto più stretta rispetto ai fianchi – hanno spesso il problema di avere le gambe grosse, e quindi trovare gli stivali perfetti potrebbe essere un’impresa ardua. Niente paura!
Il primo consiglio che mi sento di darvi, e di evitare come la peste gli stivali alti fino al polpaccio! Preferite invece un modello appena sotto il ginocchio, in tinta unita e con un po’ di tacco che vi slanci. I vostri stivali ideali devono essere semplici e minimalisti, quindi state alla larga da fibbie laterali e stampe appariscenti.


Alexander Wang

TRIANGOLO INVERTITO

Le figure a triangolo invertito, opposte alla donna pera, hanno sicuramente vita più facile, visto che le gambe sono solitamente il punto di forza di questa tipologia. Per bilanciare il vostro seno prosperoso, scegliete modelli massicci – come i bikers o gli stivali antipioggia (wellies). Sì a fibbie, decorazioni, lacci e zip laterali che faranno sembrare le gambe più lunghe, oppure provate un paio di boots sopra al ginocchio: potete permettervelo!


Saint Laurent

Infine, eccovi qualche suggerimento finale prima di lasciarvi:

• Se avete i polpacci grossi, cercate stivali che siano elastici in questa parte della gamba, e preferite tagli di collo arrotondati, obliqui o asimmetrici che creano effetti ottici di snellimento (come i texani).
Molte aziende producono ormai stivali che oltre alle diverse calzature del piede hanno anche diverse ampiezze del polpaccio, quindi fate attenzione quando comprate a chiedere se il modello è disponibile con un collo più ampio.
• Se avete i piedi grandi, investite in un modello dalla punta stondata, che conferirà maggiore grazia e un’idea di “compattezza”.
• Se il vostro problema sono invece le gambe corte, oltre al trucchetto dell’uniformità di colore di cui sopra, assicuratevi che tutti i dettagli del vostro stivale si sviluppino in verticale, e mai in orizzontale.
• Gli stivali alti fino al polpaccio sono adatti solo a persone che hanno caviglie e polpacci sottili, in quando attirano l’attenzione proprio su questa parte della gamba e la fanno sembrare più grossa.
• Se avete le caviglia molto sottili, propendete per modelli che abbiamo la fibbia o un dettaglio come ruches e frange per aggiungere massa e volume

Bene, adesso avete tutti gli elementi necessari per trovare gli stivali perfetti per voi!
Are you ready, boots? Start walking!