The Starlet Letter #10 – Cosa indossare a un matrimonio speciale

One Direction: This Is Us
3 Maggio 2013
Fedele alla linea
3 Maggio 2013

The Starlet Letter #10 – Cosa indossare a un matrimonio speciale

Settimana scorsa abbiamo visto qualche indicazione generale su cosa indossare a un matrimonio: regole di bon-ton, trucchetti e consigli per evitare strafalcioni di stile ad una cerimonia.

Eppure ci sono delle eccezioni di cui non abbiamo parlato: matrimonio informale, matrimonio white tie, matrimonio vintage.. Al giorno d’oggi, alle persone non basta più pronunciare il fatidico “sì”, ma vogliono farlo in maniera unica e particolare.
Ma cosa comportano esattamente questi tipi di eventi?
Se il matrimonio è informale, posso andare con un paio di jeans?
E come ci si veste a un matrimonio in spiaggia?

Coi tempi che corrono, nessuno ama sentirsi fuori posto a un evento, soprattutto se questo verrà immortalato e conservato negli album fotografici (di Facebook, ovviamente) in saecula saeculorum.
Ci sono dei matrimoni specifici che prevedono una serie di regole non scritte che è bene conoscere se volete essere considerati gli invitati perfetti ed evitare che la gente esclami “Ops..” invece di “Wow!”.

Poi non dite che non vi avevo avvertito!

MATRIMONIO INFORMALE

Cominciamo dal matrimonio informale, ovvero un tipo di cerimonia in cui i promessi sposi hanno deciso di convolare a nozze senza troppi fronzoli.
Tirate pure un sospiro di sollievo: questo significa che potete evitare tacchi alti, cravatte e altri abiti costrittori a favore di un abbigliamento più casual e rilassato.
Attenzione però: casual non significa che potete presentarvi in jeans e maglietta; è pur sempre un matrimonio! Optate per un abito divertente, con una stampa glamour e alla moda. Se il vestito è molto colorato, scegliete degli accessori “muti” e accessori semplici che lo bilancino. Non deve sembrare che stiate andando a fare la spesa, ma nemmeno dovete risultare più formali della coppia di sposini!

 

Abito e borsa Alexander McQueen; bracciale Aurélie Bidderman; orecchini Irene Neuwirth, scarpe Sam Edelman

MATRIMONIO FORMALE

Un matrimonio formale è il massimo dell’opulenza. Questo tipo di eventi è spesso indicato come “black tie”, che impone ai signori lo smoking e alle signore l’abito lungo, o “white tie”, che corrisponde più o meno alla stessa cosa, solo che le signore sono invitate ad indossare guanti lunghi.
Inutile dire che dovete essere perfette in ogni dettaglio, e che “abito lungo” significa “abito lungo” e non “maxidress”! Sì a gioielli scintillanti e tessuti lussuosi nei toni delle gemme, come il rubino, l’ametista e il blu zaffiro. Dovete essere splendide e abbaglianti: tenete a bada la Grace Jones che è in voi e lasciate che Grace Kelly trionfi!

 

Abito Haute Hippie; orecchini Lucifer Vir Honestus; bracciale Mayiet; clutch Diane Von Furstenberg; scarpe Zara

MATRIMONIO VINTAGE

Innanzitutto chiariamo che un matrimonio a tema vintage non è una festa in maschera, quindi eviterei il vestito da charleston che vi siete messe a Carnevale con tanto di piuma svolazzante in testa. Se il tema è davvero caro alla sposa, cercate di procurarci un abito, ça va sans dire, vintage.
Al giorno d’oggi è facile reperire modelli favolosi d’epoca, che potete eventualmente far ritoccare a una brava sarta affinché vi calzi a pennello. Fossi in voi, eviterei di ispirarmi a Marilyn Monroe o Audrey Hepburn, perché sarà già pieno di pseudo pin-up e fan scatenate di Colazione da tiffany. Voi dovete distinguervi! Scegliete un’icona di stile come Rita Heyworth, Ava Gardner, o Marlene Dietrich per un look più androgino. Fate una ricerca di tessuti e puntate su accessori particolari, come i turbanti, le mantelle, i gioielli anni ’30. Se il matrimonio è dedicato a un’epoca ben precisa, sarà molto più facile; se invece è un matrimonio vintage non meglio specificato, puntate sulle linee rigorose e iperfemminili degli anni ’40: non so perché, ma spesso vengono ingiustamente snobbati.

MATRIMONIO IN SPIAGGIA

Siete state invitate a un matrimonio in spiaggia: auguri!
Un matrimonio sul mare è un’idea molto bella ed esotica, ma vestirsi adeguatamente per l’occasione può essere più arduo di quanto sembri.
Innanzitutto, tenete i conto che molto probabilmente morirete di caldo: scegliete quindi un vestito svolazzante e fresco, magari che richiami le nuance del mare, quindi tutta la gamma degli azzurri, i blu, il turchese e, perché no, anche il bianco.
Tenete a portata di mano un ventaglio, che va soffiato con garbo e nonchalance, e un cardigan di cashmere per la sera.

Care mie trampoliere, che vivete sui tacchi e li indossate anche per andare a fare la spesa, sappiate che i tacchi e la sabbia non vanno d’accordo (e, soprattutto, risultano ridicoli): optate per una scarpa aperta, un paio di ballerine o delle zeppe super cool.

Abito Tory Burch; bracciale YSL; orecchini Gorjana; borsa Proenza Schouler; scarpe Barneys New York

MATRIMONIO A TEMA

Infine, una breve nota sui matrimoni a tema, sempre più popolari. Che si tratti di un giardino giapponese, un matrimonio stile Via Col Vento e uno country, informatevi bene se si tratta di una vera e propria festa in costume, o se invece il tema è solo un leitmotiv. Nel primo caso, dovrete arrendervi al costume, ma nel secondo, scegliete un outfit che rifletta l’atmosfera festosa della giornata: nessuno si aspetta che vi presentiate vestite da geisha giapponese di tutto punto, da puffo o da Dolly Parton, ma curate molto i particolari che rievochino il tema scelto, come le bacchette tra i capelli o degli accessori che rispecchino le scelte stilistiche della sposa. Lasciate che il tema sia un filo conduttore per creare il vostro look, lasciatevi ispirare e divertitevi! Andare a un matrimonio a tema (o, in generale, una festa a tema) non rispettandolo, è segno di grande maleducazione!