Detox Food: 5 consigli per non sbagliare
14 Giugno 2017
Pitti Uomo 92: Plùs Que Ma Vìe
14 Giugno 2017

By Barbara Cialdi
14 Giugno 2017

Un nuovo inquietante fenomeno. Si chiama stealthing, e si sta diffondendo a macchia d’olio in tutta Europa. Ma in che cosa consiste? L’uomo, durante il rapporto sessuale, si sfila il profilattico senza dire niente al partner, passando in un attimo dal sesso protetto a quello non protetto. Se uno dei due partner ha acconsentito ad intraprendere un rapporto sessuale esclusivamente attraverso il profilattico, questo atto illegittimo rappresenta una vera e propria forma di violenza sessuale.

Sono moltissime le persone rimaste vittima dello stealthing: rapporti etero oppure tra coppie omosessuali, poco cambia. I primi casi risalgono al 2013, ma solo recentemente grazie alla denuncia da parte di alcune donne lo stealthing è diventato argomento sensibile anche sul web e i social network, richiamando l’attenzione anche degli organi legislativi e penali. Su internet, purtroppo, spesso ci si imbatte anche in comunità nate per appoggiare e difendere la pratica dello stealthing, incoraggiando i maschi a diffondere il proprio seme – come se esso fosse un diritto intrinseco dell’uomo – senza pensare alle gravissime conseguenze psicologiche che tutto questo si porta dietro. La situazione, però, alle volte si può anche rovesciare: in Regno Unito vi sono state molteplici segnalazioni di donne che hanno cercato di manomettere la validità di un rapporto sessuale protetto praticando dei fori sul preservativo. Un agguato in piena regola, una pugnalata alle spalle (da qualunque parte la si voglia guardare) che si fa beffe della fiducia che si instaura durante un momento d’amore.

A Gennaio, in Svizzera, un uomo di 47 anni è stato condannato per stupro dopo aver rimosso il preservativo durante un incontro con una donna conosciuta su Tinder. In Gran Bretagna lo stealthing è già omologabile in tutto e per tutto ad una violenza sessuale, e quindi punito dalla legge. E in Italia? Nel nostro Paese ancora non vi è una legge che contrasti questo terribile fenomeno. Sperando sia solo una questione di tempo e che vengano in fretta adottate delle contromisure.