PITTI UOMO 2014. CURIOSITA' ED EVENTI.

UNA MOSTRA FOTOGRAFICA CELEBRA LA DONNA NELLE SUE MILLE SFACCETTATURE.
18 Giugno 2014
E' STATA RIMOSSA DA MILANO LA PUBBLICITA' SESSISTA CHE OFFENDEVA LA DIGNITA' FEMMINILE.
19 Giugno 2014

La città di Firenze, da sempre, in occasione del Pitti Immagine tende a rivestirsi di un’allùre magica che coinvolge interamente la città.

Anche quest’anno, dal 17 al 20 giugno, le feste, le mostre , le sfilate, i cocktail party negli space avant-garde o presso gli stores più esclusivi dominano le scene e riempiono di movida la città, con la particolarità del concerto di Andrea Bocelli per omaggiare Firenze in occasione della nuova splendida illuminazione di Ponte Vecchio, progetto sostenuto e finanziato dalla maison Stefano Ricci.

Si chiamerà Ping Pitti Pong l’edizione attuale, ed è curioso svelare come il nome della manifestazione sia strettamente legato con lo sport nella sua versione più essenziale e pura, che esclude qualsiasi riferimento all’età, alle stagioni ed al genere.

Agostino Poletto, vicedirettore generale di Pitti Immagine riferisce che si tratterà di “espressione di lifestyle e sintesi degli elementi fondamentali di ogni disciplina sportiva“.

Anche le storiche maison di moda fiorentine rendono omaggio alla città ed ai suoi capisaldi.

Ermanno Scervino, rivisita in chiave contemporanea la famosa Sala Bianca di Palazzo Pitti, dove si tenne la prima sfilata di moda aperta al pubblico,  rappresentando così un luogo storico per la moda internazionale. A Palazzo Spini Feroni, Salvatore Ferragamo inaugura la mostra “Equilibrium“, che si basa su un confronto tra opere d’arte di valore e significato eccezionali e media diversi – pittura, scultura, fotografia, video, cinema, edizioni a stampa – arricchito da documentari e testimonianze storiche, immagini d’archivio e una serie di interviste a personaggi celebri della nostra epoca. Gucci trasforma lo storico store in via dè Tornabuoni, rendendolo teatro di sfilate ed eventi , mentre  la maison Emilio Pucci riveste il Battistero con l’iconica stampa “monumental Pucci” ripresa dai foulard d’archivio.

Il Pitti rappresenta per il capoluogo toscano un vero e proprio motore che attiva una nutrita serie di iniziative e soirèe, lanciando tendenze mondiali per la moda, riporta sotto i riflettori patinati la storica nonché meravigliosa città di Firenze.