Marsiglia: la gemma del Mediterraneo
20 Luglio 2018
La valigia dell’attore: al via la 15esima edizione
23 Luglio 2018

By Barbara Cialdi
22 Luglio 2018

Nata il 22 luglio 1976 a Zagabria, Nina Moric a soli vent’anni viene lanciata nel mondo della moda internazionale grazie al concorso Look of the Year. Nel 1996 si trasferisce a Milano e di lì in poi comincia a calcare le passerelle e a popolare le copertine dei più patinati magazine di moda. Roberto Cavalli, Versace, Valentino, Richmond, Mariella Burani, Calvin Klein sono solo alcuni dei brand per i quali la bellissima modella croata presta il suo volto e il suo corpo assolutamente perfetti: 180 centimetri di esplosiva bellezza, occhi castani, capelli scuri e bocca carnosa. Nina Moric è la prima testimonial straniera a essere ingaggiata per il lussuoso marchio di beachwear Pin Up Star; di lì a poco tutti conosceranno il suo volto, perché nel 1999 Ricky Martin, all’apice della sua carriera, la sceglie tra centinaia di modelle arrivate Los Angeles per entrare a far parte del video di Livin la vida loca. Il resto è storia. 

La sua carriera prende il volo e nel 2000 la Moric conquista anche la tv con Giorgio Panariello in Torno Sabato; il mensile Maxim la sceglie come pin up per il suo leggendario calendario e anche Gianni Morandi la vuole al suo fianco nella co-conduzione di Uno di noi, presentato insieme a Lorella Cuccarini. Celebri rimangono anche i suoi calendari su Max nel 2001 e For Men nel 2002 e nel 2008. Nel 2009 entra a far parte della compagnia del Bagaglino su Canale 5 e successivamente parteciperà a ben due edizioni consecutive de L’isola dei Famosi.

Nel frattempo anche l’amore è entrato prepotentemente nella vita di Nina: l’agente di fotografi, il bello e maledetto Fabrizio Corona le chiede di sposarlo e nel 2001 celebrano le nozze da cui avranno un bellissimo figlio, Carlos Maria, oggi sedicenne. Il rapporto tra Nina e Fabrizio è seguito da stampa e pubblico: la coppia partecipa a eventi mondani e non perde occasione per farsi notare tra scandali e gossip. Nel 2007 il meccanismo si rompe: la rottura tra i due conduce la bella showgirl sull’orlo del baratro, tanto che nel 2009 viene diffusa la notizia che fosse stata ricoverata in ospedale per l’assunzione di una forte dose di sonnifero. Da lì in poi, Nina comincia una lenta e dolorosa discesa verso l’inferno.

La depressione, l’allontanamento forzato dal figlio Carlos, i problemi di salute. Nina Moric decide così di prendersi una pausa da tv e sfilate per combattere la battaglia più importante: quella per riavere suo figlio e, soprattutto, per riacquistare quella serenità perduta che merita. La dolce e fragile Nina, infatti, ha alle spalle una brutta di vicenda di violenza domestica: nel 2013 ha infatti lei stessa dichiarato di essere stata violentata ripetutamente dal padre e di essere stata ricoverata più volte in ospedale a causa sua, mentre la madre era a conoscenza di tutto. Ma c’è di più. La bella croata ha avuto problemi di anoressia e bulimia e per questo ha deciso di dedicarsi con vigore alla difesa delle donne che, come lei, hanno dovuto subire tali nefandezze. 

Lo scorso inverno Nina ha fatto riaccendere le luci della ribalta su di sé a causa del suo intervento nella casa del Grande Fratello 2018, dove ha partecipato come concorrente il suo (ex) fidanzato Luigi Favoloso, che non ha dato prova di grande esempio di virtù. Provata e molto magra, Nina ha suscitato una serie di polemiche sul web a causa del suo aspetto non proprio florido, tanto che ha dovuto rivedere la sua immagine – cambiando successivamente look – e spiegando poi i motivi del suo triste momento personale, tra le offese del pubblico e la critica sui vari canali social. L’ennesimo attacco gratuito a una donna che troppo spesso si è ritrovata a dover affrontare da sola i colpi bassi della vita ma che ha saputo, seppur con qualche cicatrice, uscirne più forte. Lei, Nina Moric, una donna cresciuta in una terra martoriata in passato da guerre e tumulti. Il nostro miglior augurio è che tutto questo, con l’arrivo dei suoi 42 anni, possa rimanere chiuso nel cassetto del passato.