Don Winslow – Corruzione
20 Giugno 2017
Bob Sinclar – Il ritmo dell’isola
22 Giugno 2017

By Matteo Squillace
21 Giugno 2017

I diritti appartengono alle persone, mentre i confini generano discriminazione. Si apre così il sito ufficiale del Milano Pride 2017, la manifestazione per l’orgoglio della comunità LGBTQ che quest’anno avrà come culmine la parata di sabato 24 giugno. Lo scorso anno oltre centocinquantamila persone parteciparono al corteo, un’affluenza record che gli organizzatori puntano a migliorare considerevolmente. Ma prima di giungere alla parata e vestirsi con i colori dell’arcobaleno, a partire da giovedì Milano (nonostante il patrocinio gratuito negato dalla Regione Lombardia, un grosso passo indietro rispetto al passato) ospiterà come di consueto la Pride Square Milano, epicentro di iniziative e incontri tutt’attorno l’area di Porta Venezia. Le tre zone d’interesse saranno Largo Bellintani, Piazzale Lavater e i Bastioni.

Il primo ospiterà dibattiti e stand di associazioni, in Piazzale Lavater si potrà visitare la mostra Pussy’s Revenge (ospitata da Blanco Milano) mentre presso la scalinata dei Bastioni vi saranno banchetti, degustazioni e una postazione dj con un bar all’aperto (un richiamo alle serate gay friendly che animano la movida milanese).

Per prepararsi nella giusta maniera alla spettacolare parata di sabato (che quest’anno avrà Paola Barale come madrina) ecco gli orari della manifestazione: ritrovo alle 14:30 in piazza Duca d’Aosta per tutti i partecipanti, poi il corteo partirà alle 15:30 alla volta di Porta Venezia. In Piazza Oberdan sarà allestito un palco per il concerto di Alexia, che per la manifestazione ha scritto l’inno ufficiale “La Cura Per Me”. Che possa essere una festa nel segno dell’amore e della diversità di genere: le uniche cose che ancora ci rendono liberi.