George Esquivel: “Amare ciò che facciamo”

Alfonso Cuarón – Y Tu Mamá También
28 Novembre 2019
Climate change: 5 docufilm da non perdere
5 Dicembre 2019

Serena Casellato
29 Novembre 2019

La frase “mi sono fatto da solo” può sembrare un luogo comune, ma se diamo uno sguardo alla storia di George Esquivel, questo modo di dire sembra affondare le sue radici nella realtà. Il guru delle calzature, nato e cresciuto nel sud della California, non ha avuto il privilegio di una vita semplice. Durante la sua infanzia, a causa dell’entrata e dell’uscita del padre dalla galera, fu costretto a trasferirsi molte volte, alloggiando in diversi motel. Eppure fin da piccolo George aveva già sognato tutto del suo futuro. Non gli restava altra scelta che realizzare quel desiderio di riscatto con la propria determinazione e perseveranza. Così Esquivel iniziò ad investire ogni grammo della sua energia riuscendo a diventare un designer di scarpe di successo.

George Esquivel è stato presentato dall’azienda Dockers® – caposaldo del guardaroba maschile da più di 30 anni – come l’ultimo entrepreneur ad entrare a far parte di #DockersChallengers, un gruppo di imprenditori che hanno messo da parte tutto per seguire i loro sogni e provare a cambiare il mondo nel tempo. Questi visionari agiscono in modo unconventional, sfidando lo status quo. Ciò che definisce un #DockersChallengers è la volontà di non fermarsi mai nel definire nuovi obiettivi da raggiungere, chiaramente senza indossare un abito.

Ognuno di noi ha il dovere di impegnarsi per il bene della società e questo George Esquivel lo sa fare bene. “Ciò che conta per noi è amare ciò che facciamo, essere indipendenti, impegnandoci sempre a creare prodotti ottimi e speciali“, commenta a proposito del suo brand. Questo non è l’unico obiettivo che si è posto l’imprenditore: di recente George ha creato la collezione X, borse e accessori esclusivi il cui ricavato andrà al Given Children Hope, un’organizzazione che sostiene i ragazzi della California che vivono in condizioni difficili. Il designer infatti ha dichiarato di voler restituire l’aiuto ricevuto durante l’infanzia, a partire da sua madre. Attraverso i social Esquivel mostrerà come personalizzare il proprio Dockers Khaki e per ogni “like” ricevuto al post Dockers® farà donazioni alla causa.

Una forte aspirazione permette di trovare le risorse necessarie per affrontare i problemi e superarli. L’ambizione di George Esquivel e il suo desiderio di continuare a crescere gli hanno permesso di lavorare con alcuni dei migliori brand di moda del mondo, ricevendo importanti premi e il sostegno del Vogue Fashion Found. L’attivismo, l’innovazione e la capacità del designer di raggiungere il cuore delle persone attraverso la sua moda, hanno permesso a George di essere riconosciuto da icone come Anna Wintour. Continuando a nutrire e riscoprire continuamente quell’autenticità necessaria per continuare a creare bellezza e solidarietà.