Grace Jones: in passerella a 70 anni
6 Marzo 2019
The future is female: 4 it-girl da seguire
8 Marzo 2019

By Maria Verderio
08 Marzo 2019

L’8 Marzo è diventata data simbolica di una ricorrenza importante e di tutte le lotte che le donne hanno dovuto affrontare, anche a costo della loro stessa vita. Nel 1922 La Festa della Donna è stata festeggiata per la prima volta anche in Italia. Così abbiamo scelto per voi le storie di alcune donne che, dall’8 marzo dello scorso anno, si sono contraddistinte per il loro impegno in svariati ambiti. Proseguiamo in ordine cronologico.

8 marzo 2018 – Barbara Cavaleri vince il Women in Finance 2018 Italy Awards.

L’evento è nato proprio lo scorso anno e ha come finalità individuare, valorizzare e premiare le eccellenze manageriali e le organizzazioni finanziarie che, attraverso il loro operato, siano in grado di distinguersi e di muoversi verso un cambiamento, verso la giusta e corretta distribuzione dei ruoli, verso la parità dei generi. Barbara Cavaleri ha vinto il Chief Financial Officer of the Year. È una donna sposata, ha tre figli e riveste un ruolo di enorme responsabilità: è infatti ai vertici di Vodafone Italia e combatte ogni giorno per garantire l’uguaglianza all’interno dell’azienda.

21 giugno 2018 – Eva Longoria diventa mamma a 43 anni dopo vari tentativi.

E quale dono più grande per una donna? Forse Eva, già mamma adottiva di tre bimbi, non ha mai raccontato le sofferenze per un figlio naturale che non arrivava. Ma finalmente, il 21 giugno scorso ha potuto mostrare al mondo il suo piccolo Santiago Enrique. Solo verso la fine della gravidanza l’attrice di Desperate Housewives ha potuto festeggiare. Già, perché non è stata una esperienza semplicissima per lei. Essendo una famosa attrice, è sempre stata attorniata da paparazzi che, ogni volta che la vedevano leggermente ingrassata, davano la notizia di una presunta gravidanza. Tanto che Eva ha dichiarato, scherzando: “Sono incinta da vent’anni”. Ora il bimbo è finalmente nato l’attrice, col marito José Antonio Baston, produttore televisivo, ha finalmente realizzato il sogno che inseguiva da sempre e ha potuto dichiarare al mondo, attraverso i social, che entrambi sono grati “per questa bellissima benedizione”. Mai perdere la speranza.

5 ottobre 2018 – Nadia Murad riceve il Premio Nobel per la Pace.

Una donna che è diventata un simbolo. Una vita terrificante: resa orfana di 6 fratelli dall’Isis, venne picchiata, offesa, stuprata, fatta prigioniera e schiava. Ma riuscì per pura casualità a fuggire trovando rifugio, attraverso una famiglia, in Germania. Nel 2015 si presentò all’Onu per discutere della tratta degli uomini e da quel giorno non ha mai smesso di spendersi in prima persona per i diritti umanitari. Nadia riceve quotidianamente minacce per il suo impegno da attivista, ma non ha mai smesso di avere coraggio. Dopo vari, importantissimi riconoscimenti, il 5 ottobre del 2018 ha ricevuto il Premio Nobel per la Pace, forse il più rappresentativo, insieme a Denis Mukwege, ginecologo che si batte per la lotta ai crimini di guerra.

6 novembre 2018 – Alexandra Ocasio-Cortez diventa a 29 anni la più giovane deputata nella storia degli Stati Uniti d’America

Nata e cresciuta nel Bronx, ha lavorato anche come cameriera, senza mai perdere di vista il suo sogno. L’amore per la politica è presente fin da piccola e nel 2016 diventa organizzatrice per la campagna di Bernie Sanders. Incoraggiata e supportata proprio dallo stesso gruppo, nel 2018 si candida nell’ala sinistra del Partito Democratico vincendo alle Primarie col il 57,13% dei voti. Per questa vittoria, lo sfidante Crowley si è congratulato con la giovanissima dedicandole Born to Run di Bruce Springsteen. La sua ideologia si basa sulla sanità per tutti, università gratuita, aumento dei salari, attenzioni per gli immigrati regolari, manovre per l’ecologia e la salvaguardia del pianeta.

26 gennaio 2019 – Sofia Goggia sale due volte sul podio in Coppa del Mondo a Garmisch-Partenkirchen.

La giovanissima sciatrice bergamasca, dopo una frattura al malleolo che le è costata uno stop lunghissimo, è tornata alla ribalta alla sua prima gara dopo il rientro. Una vera guerriera, una campionessa che non ha mai smesso di lottare. E un ennesimo premio che la piccola Goggia ha portato a casa. È la discesa di Crans-Montana, una gara piena di incertezza che, però, non hanno mai messo in dubbio la vittoria di Sofia. Simpatica, freschissima e con una personalità che conquista, siamo certi che la nostra campionessa continuerà a darci grandissime soddisfazioni.