Eman: “Io, affamato di vita”
24 Luglio 2019
Guida allo streaming: le nuove uscite di agosto
30 Luglio 2019

By Barbara Cialdi
26 Luglio 2019

Federica Pellegrini ha vinto per la quarta volta in carriera il titolo mondiale nei 200 stile libero, la gara di cui ha dominato per anni, a Gwangju in Corea del Sud. E le parole di Lorella Calligaris, la prima italiana a vincere una medaglia olimpica nel nuoto (Monaco ’72), sono state eloquenti: “La Pellegrini è l’atleta più resiliente della storia del nuoto italiano”. La campionessa veneta è senza dubbio la più forte duecentista della storia del nuoto, e la più grande nuotatrice italiana di tutti i tempi. La rivista Swimming World Magazine l’ha eletta “Nuotatrice dell’anno” nel 2009 e “Nuotatrice europea dell’anno” nel 2009, 2010 e 2011. Oltre a ciò la Pellegrini, grazie ai successi ottenuti ai Giochi Olimpici nel 2004 e nel 2008 è stata insignita dei titoli di Ufficiale e Commendatore dell’Ordine al merito della Repubblica italiana.

Considerata la più grande nuotatrice italiana, è infatti una delle più forti e longeve atlete di tutti i tempi. L’azzurra trentunenne ha preso parte a quattro rassegne olimpiche: la prima nel 2004 quando, solo sedicenne, conquistò la medaglia d’argento nei 200 m stile libero trasformandosi nella più giovane atleta italiana di sempre ad essere salita su un podio olimpico individuale. Quattro anni dopo, ai Giochi di Pechino, vinse in quella stessa gara la medaglia d’oro omaggiando l’Italia per la prima volta in assoluto nella storia del nuoto femminile.

Ai mondiali di Melbourne 2007 batté il suo primo record: fu infatti campionessa iridata dei 200 e 400 m stile libero sia nel 2009 sia nel 2011, diventando la prima nuotatrice esistente a vincere consecutivamente il titolo in entrambe le distanze in due diverse edizioni della manifestazione. Ai campionati del mondo è anche l’atleta più vincente in una stessa gara grazie ai 4 ori, 3 argenti e 1 bronzo conquistati in otto diverse edizioni. Dalla rassegna di Montréal 2005 a quella di Gwangju 2019, infatti, è sempre salita sul podio nei 200 m stile libero.

La campionessa italiana, classe 1988, ha vinto in rimonta con il tempo di 1.54.22. Federica ha confermato infatti il suo dominio sulla distanza tra titoli mondiali, olimpici e record in una carriera “divina” iniziata 15 anni fa, facendo ancora sognare all’età di trentuno anni. La bella azzurra, originaria di Merano, ha dichiarato di voler terminare in bellezza la sua carriera partecipando il prossimo anno alle Olimpiadi di Tokyo per poi ritirarsi dall’attività agonistica. L’ultima pagina di una favola sportiva, con pochi eguali. 

“Siate nuotatrici, siate guerriere, siate donne. Perché il mondo del nuoto ha infinitamente bisogno di voi. Auguri a tutte le nuotatrici e possano le vostre vite essere piene di grandi successi e di meravigliose nuotate!”