AltaRoma – Rani Zakhem FW 17-18
9 Luglio 2017
AltaRoma – Erkan Coruh “La via della seta”
10 Luglio 2017

By Pietro Rebosio
9 Luglio 2017

L’11 luglio, a Roma, nella Chiesa di Santa Maria del Popolo, si terranno i funerali di Elsa Martinelli. È una storia particolare, quella dell’attrice. Rappresentante del “sogno italiano” degli anni 50′. Nasce a Grosseto nel 1935, in una famiglia di condizioni decisamente modeste – il padre era un usciere delle Ferrovie dello Stato – e aveva sei sorelle e un fratello.

Non ebbe possibilità di studiare e così cominciò a lavorare appena finita la scuola elementare da una modista, poi commessa per i negozi della capitale. Era bellissima, longilinea. Possedeva una bellezza estremamente contemporanea lontana dall’estetica “maggiorata” del dopoguerra e dei primi anni 60′. Era destinata ad anticipare un’epoca. Non a caso venne scoperta da Roberto Capucci, che ne notò subito la camminata, le movenze, lo sguardo. E da questo grande e fortunato incontro iniziò la sua carriera, che la renderà celebre in tutto il mondo. Prima la moda, le passerelle, poi la televisione, il grande schermo.

Lavora con Monicelli e Howard Hawks, recita con Mastroianni e John Wayne. La storia di una ragazza italiana che ce l’ha fatta. La storia di un grande esempio di professionalità, sacrificio, e impegno. La storia di una bellezza guadagnata.

Ph: Pleasurephoto Room