REAL(ITY)MENTE
20 ottobre 2015
Saving The 70s
20 ottobre 2015

social_1

Ecco 5 luoghi nel mondo dove liberarsi dalla smania di essere sempre online.

Instagram, Twitter, Snapchat, Pinterest, WhatsApp e, sopratutto, Facebook ci tengono perennemente incollati allo schermo del nostro amato smartphone,tanto che qualcuno lo ha già ribatezzato “la terza mano”, poichè è diventato insostituibile nella nostra vita quotidiana. Insomma essere “Social” è diventato un vero e proprio vizio per milioni di persone in tutto il mondo, tanto che per alcuni, si è trasformato in vera e propria dipendenza. La lontananza dai social può generare frustrazione e utilizzare perennemente lo smartphone anche in momenti meno adatti o in presenza di altre persone, condividendo ogni più piccolo momento su Facebook o chattando su WhatsApp ininterrottamente (preferendo una sana telefonata o un più spontaneo incontro dal vivo) possono causare una situazione tale da dover ricorrere ad un periodo di vera e propria “disintossicazione”. Tanto è forte questo meccanismo che è stato scientificamente provato che un “mi piace” o un “retweet” avrebbero sul nostro organismo un effetto pari ad una scarica di dopamina, sostanza che ci aiuta ad essere più gratificati e soddisfatti. Nei casi più “disperati” il telefono viene controllato ogni 6 minuti, praticamente 150 volte ogni giorno.

social_2

E mentre sorgono le applicazioni come deterrente all’uso sconsiderato dei social network ecco che in giro per il mondo nascono delle vere e proprie oasi – lussosissime ovviamente- per rendere più piacevole la lontananza da WI FI & company: le DIGITAL DETOX FARMS. Destinazioni che offrono veri e propri pacchetti per “disintossicare” la mente dalla ossessione di controllare ogni momento lo schermo del telefono o del tablet, aggiornare lo stato di Facebook, postare una foto su Instagram o inviare un Tweet su Twitter.

Chathaman Bars Inn, nel Massachuttes, è una elegantissima residenza dove gli ospiti possono acquistare un pacchetto a 200 dollari che comprende libri e giri in bicicletta, niente tv in camera ed internet da usare solo in caso di emergenza.

Per chi ama la montagna c’è il Taconic, nel Vermont, un meraviglioso boutique hotel ispirato allo stile vittoriano, che offre un programma davvero originale: aumentare ogni giorno il periodo di “distacco” dallo smartphone offrendo in palio gadgets ed ingressi gratuiti al bagno turco. Una volta raggiunto il record gli ospiti vincono un corso di cucina nello splendido ristorante Copper Grouse.

social_3

Non poteva mancare, per gli amanti del mare, il Grand Velas Riviera Maya in Messico, precisamente a Playa del Carmen, un resort a cinque stelle che in soli 4 giorni, tra tour ecologici, snorkeling e passeggiate sulle splendide spiagge bianchissime, promette una disintossicazione record. Il telefono viene sequestrato all’arrivo e resistituito solo dopo aver completato i giorni di “astinenza”.

Alle Maldive, invece, precisamente al W Maldives Resort, il pacchetto “Robinson Crusoe” regala l’esperienza di sentirsi dei veri e propri naufraghi: 2 giorni (e 2 notti) in un Atollo sperduto, senza connessione internet, ed un solo telefono per contattare il Resort in caso di necessità. Gli ospiti verranno presi per la gola, con l’arrivo di un cuoco privato che cucinerà prelibatezze che – ahimè- non potranno mai essere postate in tempo reale.

Ed in Italia, l’hotel Baia del Silenzio a Palinuro, provinia di Salerno, immerso nel verde del Parco Naturale del Cilento, promette sessioni di yoga, bagni di mezzanotte, massaggi, tisane con fiori di Bach e la nuovissima Humorterapia, accessibile a tutti, per divertirsi e ridere con naturalezza. Qui il cellulare non è vietato ma gli ospiti lo abbandonano già dopo qualche giorno di vacanza. Perchè in fondo non serve altro che una buona compagnia e un bel panorama.

Luoghi che promettono di restituire il piacere di godere di un tramonto, una cena o una giornata in spiaggia senza la frenesia di controllare continuamente il telefono o di fotografare qualsiasi cosa, taggare gli amici o leggere le nuove mail. Perchè la vera felicità non sta nelle cose ma dentro di noi.

social_4

Barbara Cialdi

Related Post

!-- Facebook Pixel Code -->