Elena Galliano – Seconda pelle
12 Dicembre 2017
Pino Insegno – 58 sfumature di…
13 Dicembre 2017

By Barbara Cialdi
12 Dicembre 2017

Chi ha vissuto la propria adolescenza negli anni Novanta non potrà che ricordarsi la trasmissione radiofonica più famosa d’Italia. Condotta da Albertino tutti i giorni dalle 14 alle 16 e, successivamente, il venerdì sera fino a mezzanotte: erano questi gli orari del DeeJay Time. Dal 1985 al 2015, infatti, questo programma ha segnato l’industria radiofonica italiana creando un seguito enorme di fan e proponendo una selezione musicale capace di influenzare due generazioni di ascoltatori. Dal 1991 il programma si arricchisce dei DJ Fargetta, Molella e Prezioso che propongono al pubblico un mix della musica più in voga del momento, spaziando dalla disco dance all’hip hop e creando versioni sempre più personali dei diversi pezzi internazionali. Nel 1994, dopo playlist e compilation indimenticabili, i quattro DJ si esibiscono all’AquaFan di Riccione mettendo in scena uno spettacolo storico che è rimasto impresso nella memoria del pubblico e della stampa.

L’escalation dei quattro giovani è inarrestabile. Sabino Alberto di Molfetta, noto appunto come DJ Albertino, fratello minore di Linus, diviene presto un vero e proprio idolo. Nel 1997 la prestigiosa Accademia della Crusca di Firenze lo ha insignito di un premio speciale per la sua capacità di comunicare con i giovani. Con la sua Deejay Parade Compilation (oltre cinque milioni di copie vendute), si aggiudica anche un posto nella classifica discografica inglese. Anche Maurizio Molella, non è da meno. Inizia giovanissimo a muovere i primi passi nel mondo della musica elettronica: la sua abilità in consolle è abbacinante, ci mette poco a farsi notare da Jovanotti prima (con il quale collabora per alcuni live) e in seguito anche da Vasco Rossi. Poi c’è Mario Fargetta. Promessa del calcio che però preferisce dedicarsi alla musica e che, con il pezzo Music cantato da Ann Marie Smith, conquista le classifiche italiane ed inglesi. ed infine Dj Prezioso, che in coppia con il cantante (e fratello) Marvin negli anni ’90 ha prodotto alcuni delle pietre miliari nella storia della house music, da Tell Me Why a Voglio Vederti Danzare.

Dopo tanti anni, questi quattro artisti si sono finalmente riuniti per dare vita ad uno speciale lungometraggio, disponibile dal 1° dicembre scorso, intitolato And the Heads Keep on Movin – The Movie che racconta appunto la storia del Deejay Time dagli anni Novanta ad oggi, con tante testimonianze di personaggi noti come Jovanotti, Max Pezzali e la cantante Alexia. Il film, acquistabile su Amazon grazie ad uno speciale codice presente all’interno del doppio cd The Best Of, compilation con tutti i brani più famosi remixati dai quattro protagonisti, ripercorre le vicissitudini del gruppo più indimenticabile della storia della radio riportandoci indietro le lancette dell’orologio. All’interno del cd/dvd ci sono anche i dietro le quinte della tournèe in giro per l’Italia che Albertino, Molella, Prezioso e Fargetta hanno intrapreso durante l’estate 2017. E, per chiudere in bellezza, non poteva mancare un party a Milano, all’Apollo Club, a cui hanno partecipato vari nomi del mondo della musica e della tv, tra cui il cantante J-Ax, Rudy Zerbi, Cristina Parodi, Tommy Vee, Nicola Savino e tantissimi altri, tutti profondamente emozionati nel riscoprire un pezzo di adolescenza e di allegria del tempo che fu.