Paris Fashion Week: Sfilate da osservare
4 Ottobre 2016
Il bello di essere architetto è che puoi camminare nei tuoi sogni
6 Ottobre 2016

copertinab

Ecco chi è la super topmodel con la vitiligine, regina delle passerelle.

Chantelle Winnie, volto del marchio Desigual, musa ispiratrice del fotografo Nick Knight e icona glamour per gli stilisti, ha una storia che ha dell’incredibile. All’età di quattro anni ha cominciato a soffrire di vitiligine, una malattia che non risparmia nessuno, quando decide di attaccare in maniera violenta un corpo e di ricoprirlo di macchie bianche, la stessa di Michael Jackson che lui ha tentato di mascherare per tutta la vita con interventi e prodotti sbiancanti. Così, da adolescente vittima di bullismo, Chantelle ha deciso di farsi forza e di creare dalla sua “stranezza” un nuovo punto di vista, credendo sempre di più in se stessa e dimostrando al mondo intero che la “diversità” può essere concepita come qualcosa di originale ed unico.

foto_1

Una vita difficile quella della controversa Chantelle che ha dovuto spesso cambiare scuola proprio perchè il suo aspetto fisico le causava una profonda insicurezza ed un cattivo rapporto con i suoi coetanei. Nata a Toronto il 27 luglio 1994, la giovanissima Chantelle Brown-Young, dopo numerose delusioni, viene chiamata per partecipare ad un video musicale che spopola su Youtube. Presto fatto. La conduttrice del programma America’s Next Top Model, Tyra Banks, la contatta e la invita a far parte della trasmissione dove tutti possono notare il suo spiccato umorismo, la sua tenacia e la sua voglia di dimostrare di non appartenere a nessuna categoria “strana”. Arrivata sesta alla fine del programma, inizia la sua carriera esplosiva, vera e propria portavoce della sua malattia. Le sue mille macchie avevano fatto dire no a tutte le agenzie di modelle americane, ma dopo averla vista in tv la sua anomalia è stata accettata ed il mondo della moda ha iniziato ad apprezzare questa ragazza determinata e piena di voglia di vivere e fare esperienze.

foto_2

Adesso Chantelle Winnie , che spesso si fa chiamare Winnie Harlow, è diventata una vera e propria star. Sulle passerelle e sulle riviste da sfoggio della sua bellezza, mettendo in mostra quelle macchie che un tempo l’avevano fatta soffrire e che adesso vengono considerate “pennellate su un tela”, vere e proprie opere d’arte su un corpo sinuoso e sexy. Osannata e richiestissima da ogni parte del globo per i marchi più prestigiosi, tra cui Ashish, Dior e Diesel.

foto_3
“Io non sono i miei capelli, non sono la mia pelle, sono l’anima che vive dentro di me”
Queste le parole della giovane modella che non dimentica il suo passato, tempestato di insulti ed emarginazione. “A scuola i miei compagni facevano il verso della mucca, quando io entravo in classe”, dichiara Chantelle in una prestigiosa intervista alla rivista The Guardian, proprio a causa della sua pelle. Adesso che si è presa la sua rivincita Chantelle – che non parla mai nè definisce il colore della sua pelle – preferisce elencare le sue migliori qualità. Bizzarra, compassionevole, romantica, curiosa ed avventurosa senza mai considerare il suo aspetto fisico. Il suo messaggio è che nessuno è perfetto ma ognuno di noi è unico.

Una vera rivoluzione – quella di Chantelle – che ha cambiato radicalmente i canoni estetici nel patinato mondo del fashion affermando che il concetto di bellezza non è uno stereotipo ma una vera e propria forma d’arte.
“La vida es chula”, recita lo slogan della sua campagna per Disegual: la vita è meravigliosa. E Chantelle Winnie ne è la testimonial in ogni senso.