TVLand – Sanremo Giovani: uno strano caso di format interruptus
21 Dicembre 2018
Saldi invernali 2019: piccolo vademecum
2 Gennaio 2019

By Marco Gerosa
28 Dicembre 2018

L’ultimo decennio astrologico ha avuto un leit motiv: la pressione contro i valori Cancro e Bilancia. Ne sanno qualcosa i nati di questi segni, chiamati a un notevole lavoro di scavo e trasformazione interiore. Se ci spostiamo dal livello individuale a quello sociale il discorso non cambia. L’azione congiunta di Plutone dal Capricorno e Urano dall’Ariete, a cui nel tempo si sono aggiunti Giove e Saturno, ha messo a dura prova i simboli associati a Cancro e Bilancia – amore, pace, armonia, arte, estetica,ambiente, poesia, musica, per citarne alcuni. Il mondo di Venere, la dolcezza e la forza del femminile sono stati schiacciati dalla prepotenza e dall’urgenza di un maschile bisognoso di esercitare la propria forza.

Non è un caso se facciamo fatica a trovare il candore e la purezza nell’arte dei nostri giorni, se la poesia ci suona vuota e se la musica ci sembra priva di poesia. Un cinico materialismo ha preso il sopravvento e si assiste quotidianamente al successo di forme musicali nuove, con testi spesso carichi di violenza e volgarità gratuita. Nei casi migliori l’arte è intelligente provocazione, decisa a dare fastidio, molto lontana dall’essere semplice oggetto di beata contemplazione. Difficile capire dove sta il confine tra l’espressione sincera di un malessere sociale e l’utilizzo furbo della macchina social a puro fine commerciale. Che si tratti di artisti ribelli o gelidi imprenditori, il fatto è che il sistema è cambiato e l’industria discografica si è dovuta spesso adattare alle nuove tendenze. Che ne sarà della musica nel 2019?

L’ingresso di Urano nel Toro e il cammino di Giove in Sagittario ci portano in un clima decisamente più rilassato, sorridente, in cui l’individuo è attento all’immagine e ha bisogno di piacere e unire piuttosto che pungolare e dividere. Via gli spigoli, i contorni sono rotondi, così come i suoni; spazio alle voci (Toro-voce) belle, potenti e suadenti, anche classiche e liriche. Riscoperta del bel canto, delle tradizioni musicali del territorio. Ritorno delle band, di formazioni musicali che reinseriscono il front-(wo)man in un contesto di famiglia artistica (Toro-clan). Il pragmatismo non è solo schiavo dell’economico, ma assume un valore costruttivo e sociale. Premiata l’abilità tecnica (Urano) e la sperimentazione guidata da un ideale (quadratura Nettuno-Pesci e Giove-Sagittario). L’atto creativo non è solo per l’immediato presente, ma recupera parte del puro desiderio artistico di immortalità e si rivolge al futuro, il che in ambito musicale potrebbe significare la rivincita dell’album sulla logica del singolo/ep, nonché il ritorno dell’oggetto (vinile o cd) a discapito dell’immateriale mp3 scaricato dal web.

Ariete – I Shot The Sheriff, Eric Clapton

Siete senza dubbio il segno più rock di tutto lo zodiaco. Per la sfrontatezza, gli eccessi, l’energia inesauribile. Nel 2019 la prima decade può alzare il volume e tirar fuori le unghie, sfogare il bisogno di muoversi velocemente e senza freni. Saturno impegna i nati di seconda decade che dovranno conciliare gli exploit solistici con momenti in cui accordarsi alla coppia e alla società, senza improvvisare. Attenzione per i nati tra 12 e 15 aprile: le distorsioni eccessive rendono sordi alle richieste del mondo e ai vostri reali bisogni. Necessari momenti di isolamento, in cuffia.

Toro – Gymnopédie, Erik Satie

Si sentirà parlare di voi nel prossimo anno, di successi, rivoluzioni, nuovi progetti e eccellenti conferme. Tempo vivace per gran parte della prima decade, spinta da una duratura congiunzione di Urano (che si muove fino al sesto grado del segno), pronta a investire tutto in una nuova o rinnovata folgorante ispirazione. Ispirata, serena e solida la seconda decade, a tempo moderato, decisa a raccogliere i frutti del duro lavoro degli anni scorsi e a tracciare una direzione chiara in ambito lavorativo e sentimentale. Potentissimo trigono di Plutone per i nati tra 13 e 16 maggio, che spinge il cuore a 160 bpm e solleva pulsioni che non possono aspettare.

Gemelli – Breathe, Pink Floyd

Il clima con voi diventa sofisticato, cerebrale, ma sempre giovane. L’opposizione di Giove dal Sagittario riguarda solo la seconda decade e si unisce a un Nettuno che annebbia. Complicato trovare spazi e prese d’aria, necessario organizzare il tempo e non ballare troppo a lungo da soli. Prima e terza decade vivono una situazione di sostanziale libertà, ottima per stabilire priorità, nuovi impegni e collaborazioni; se il 2019 non si presenta come l’anno di risultati importanti da esibire al pubblico, è però l’ideale per pianificare, progettare e comporre la vostra futura sinfonia. Esplorate nuovi suoni come nuovi modi d’essere e iniziate a darvi una nuova forma.

Cancro – Slow Dance, John Coltrane

Cambia totalmente la musica per i nati di prima decade. E’ la fine di un decennio astrologicamente assordante, impegnativo, dodecafonico. Avete dovuto imparare ogni tecnica di ascolto, del fuori, del dentro, e ora d’incanto un senso di piacevole armonia pervade le vostre stanze e le vostre anime. Si può festeggiare. Seconda decade chiamata all’appuntamento con Saturno: vi è richiesto di suonare senza il supporto dell’orchestra, con pochi strumenti a disposizione, timbri secchi e suoni metallici. Nel caso dei nati fra 13 e 15 luglio alcuni strumenti si sgretolano fra le mani. La soluzione l’avete dentro, nell’incredibile varietà di musica e abilità che riposano da troppo tempo nell’inconscio.

Leone – Nuovo Cinema Paradiso (Love Theme), Ennio Morricone

Il vostro incedere è sempre maestoso, accompagnato da fanfare, squilli di tromba e danze di palazzo. Se siete di prima decade conviene non stare troppo seduti sugli allori e decidersi a mettersi o rimettersi in gioco con coraggio. Per chi è invece abituato a cavalcare l’onda dei successi e a non stare mai fermo, una sosta per ritrovare se stessi al di fuori del proprio ruolo – lavorativo, sociale, sentimentale – sarebbe un’ottima scelta. Vele gonfie per la seconda decade, pronta a un anno divertente e in prima pagina, privo di fatiche eccessive. Silenziosa e pacifica la terza decade, a volte persa in atmosfere troppo sognanti e illusioni d’amore.

Vergine – New Shoes, Paolo Nutini

Per la prima decade sarà un concept year degno dei concept album di Roger Waters (Vergine). La mente sviluppa idee e filosofie nuove, è aperta a costruire nuovi confini, non si lascia frenare dalla paura di non essere all’altezza. Potreste decidere addirittura di dedicare meno tempo al lavoro. Al contrario i nati di seconda decade – quadratura di Giove e opposizione di Nettuno – mettono in dubbio ognuna di quelle regole da cui si sentono schiacciati. E’ tempo di entrare in contatto con i luoghi mistici e misteriosi del vostro animo, che già si stanno spalancando ai nati fra 14 e 16 settembre, piccolo gruppo che canta in falsetto la musica degli angeli.

Bilancia – Hymne à L’Amour, Edith Piaf

A una leggerezza così nuova bisogna abituarsi. La prima decade saluta la pesante e introspettiva quadratura di Saturno e può uscire allo scoperto, per mostrare al mondo il risultato di un duro lavoro sull’identità: qual è il suono della vostra anima? Seconda e terza decade più compresse, si alternano momenti di sacrificio a possibilità di sincero godimento. L’altalena fra corpo e mente somiglia a quella fra teoria e pratica. Ricordatevi di scendere in piazza e cantare quando non siete obbligati a perfezionarvi da soli, in studio. Dosate l’invadenza di un super-io giudicante, di modo che ci sia spazio per un corpo libero e non troppo controllato. Evitate di sacrificarvi e resistere per amori impossibili.

Scorpione – Will You Still Love Me Tomorrow?, Amy Winehouse

Soli pochi di prima decade vanno incontro a difficoltà oggettive. L’azione di Urano limita sensibilmente il movimento e l’avanzata al potere. Il gioco mai soddisfatto del prendere, lasciare e riprendere potrebbe incepparsi e risuonare snervante come un disco rotto. Necessario rivedere o abbandonare le strategie. Temerari, realizzati e d’acciaio sono invece i nati di seconda e terza decade, in particolar modo i nati tra 13 e 15 novembre. Al netto di posizioni planetarie individuali scomode, lo spartito del 2019 è un foglio bianco tutto da scrivere a vostro piacimento, con successi pre-annunciati e grandi possibilità di sperimentazione, oltre i limiti del conosciuto, dove i rischi non sono un rischio. Siete gli unici a potervi mettere i bastoni fra le ruote.

Sagittario – Wild Thing, Jimi Hendrix

La ripresa sul piano fisico e mentale è eccellente. Dopo anni in sordina, piegati su voi stessi con orizzonti ridotti e molta introspezione, Giove nel segno promette espansione e una buona dose di fortuna. Situazione che riguarderà soprattutto i nati di seconda decade, per i quali Giove funzionerà come amplificatore emotivo, sensoriale e progettuale. Sogni e desideri riaffiorano e scatenano una dose massiccia di energia fisica e psichica. Attenzione alle derive nettuniane di chi si butta in mare senza controllare il senso della corrente; alcuni di voi hanno talmente bisogno di uno sfogo che potrebbero finire a bruciare la chitarra come Jimi Hendrix.

Capricorno – Tammurriata nera, Nuova Compagnia di Canto Popolare

Siete perfettamente in accordo con Urano. Voi che dell’autonomia e dell’indipendenza avete fatto una bandiera, ora avrete la soddisfazione che vi spetta e, per coloro che hanno seminato in ogni ambito, non si tratterà solo di lavoro. Lo capiranno già in primavera i nati di prima decade, in piena realizzazione dei propri obiettivi. Più lenta e complessa la strada per la felicità di seconda e terza decade; Saturno e Plutone sono un cantilene quotidiane dal sapore meditativo e invernale. Per quanto alcuni avrebbero una gran voglia di ballare, i ritmi sono lenti e i partner spesso assenti. Nati tra 12 e 14 gennaio, dietro l’apparente sguardo serafico, il cuore è in piena tammurriata.

Aquario – Freedom, George Michael

I nati di prima decade faticano a intonarsi ai propri partner. Anche quelli che fino a ieri viaggiavano sulle stesse frequenze, inizieranno a sembrare fuori tempo e sotto tono. Potreste finire anche voi così, se vi aggrapperete inutilmente a rapporti instabili o troppo stabili. Serve definire un nuovo equilibrio, personale prima e sociale poi, regole per preservare alcuni luoghi dove rifugiarvi quando non avrete voglia di stare alle regole. Ci riusciranno bene i nati di seconda e terza decade, circondati da nuove opportunità, gioie lavorative, viaggi e nuove frontiere. In contatto e in cerca di mondi, sapori, profumi e suoni da tutto il mondo. L’ispirazione genera contatti e i contatti generano ispirazione. Se sarete felici, ditelo a gran voce.

Pesci – Ave Maria, Yo-Yo Ma & Bobby McFerrin

Prosegue l’onda positiva iniziata lo scorso anno. Tolta la dissonanza di Giove, attiva solo per la seconda decade e parte della terza, foriera di umori altalenanti e prospettive ristrette, una schiera di pianeti (Plutone, Nettuno, Urano, e Saturno) sono allineati come un gruppo di ottoni che aspettano la vostra direzione. Basta un segnale della vostra bacchetta, che spesso e volentieri è una bacchetta magica per davvero, e tutto è pronto per una musica che fa vibrare le corde profonde, intime e delicate della vostra anima. Quando poi scatenerete l’amore, non per forza verso un essere umano, allora l’orchestra sarà completa e l’universo intero suonerà seguendo il battito del vostro cuore. Sarà più facile sentirsi di questo mondo, essere compresi o silenziosamente capiti.

Related Post