MIA Photo Fair: al via la nona edizione

Storie di successo: quando gli attori diventano imprenditori
13 Marzo 2019
TVLand – Alberto Angela e le Meraviglie del nostro Paese
21 Marzo 2019

By Mariella Baroli
15 Marzo 2019

ART

“In otto anni di storia abbiamo assistito alla crescita di MIA Photo Fair, non solo come contenitore espositivo, ma come piattaforma culturale”. La fiera, nata nel 2011 da un’idea di Fabio Castelli, rappresenta il primo e più grande evento dedicato alla fotografia in Italia. Un luogo dove artisti, appassionati e collezionisti possono riunirsi per approfondire la conoscenza del medium che meglio di ogni altro riesce a interpretare la realtà contemporanea.

Alzi la mano chi non ha mai scattato un’immagine con il suo telefono, per immortalare per sempre un istante, così da poterlo rivedere ogni volta che lo desidera. La fotografia è qualcosa che unisce, in qualsiasi parte del mondo. “Il successo della manifestazione – conclude Castelli – è confermato dai numeri. In otto anni sono stati oltre 400 gli espositori; con i suoi 170.000 visitatori avremmo potuto riempire due volte San Siro”. MIA Photo Fair si terrà ancora una volta al The Mall di Porta Nuova dal 22 al 25 marzo, col patrocinio del Comune di Milano e di Regione Lombardia. Tra i partecipanti all’evento spiccano la selezione di opere di Irene Kung e Stefania Lippi proposte da Galleria Contrasto. Città che nella notte si trasformano in luoghi da sogno e piccoli oggetti che trasportano in una dimensione altra, caleidoscopica e fantastica anche grazie al sapiente uso del bianco e nero. Presente  nello spazio The Mall anche la serie “Second Life” del fotografo e artista Marco Neri, titolare della galleria SPAZIOKAPPA32. Una collezione di fotografie che ritraggono oggetti pronti per essere buttati che hanno modo “di vivere una seconda vita sul palcoscenico prima di essere distrutte per sempre”.

Tanti quindi gli eventi e le occasioni per incontrarsi e scoprire la magia del mondo della fotografia. Ma il momento più atteso resta quello dedicato al Premio BNL Gruppo BNP Paribas, dove un fortunato artista vedrà la sua opera diventare parte del patrimonio artistico della banca.